Amministrazione



Immagine del Sindaco Mauro Mazzola
Sindaco: Mauro Mazzola
 


FUNZIONI
1. Il Sindaco è eletto direttamente dai cittadini secondo le modalità stabilite nella legge che disciplina altresì i casi di ineleggibilità, di incompatibilità, lo stato giuridico e le cause di cessazione dalla carica.
2. Il Sindaco presta giuramento davanti al Consiglio comunale nella prima seduta convocata successivamente alle elezioni amministrative comunali secondo la seguente formula “giuro di rispettare e osservare lealmente la Costituzione italiana e le leggi della Repubblica e di improntare la mia attivitàamministrativa al rispetto delle prerogative del Consiglio comunale, dei principi di trasparenza e collegialità nell’azione e dei principi e finalità contenuti nello Statuto”.
3. Il Sindaco rappresenta il Comune ed è l'Organo responsabile dell'amministrazione, sovrintende alle verifiche di risultato connesse al funzionamento dei servizi comunali, impartisce direttive al Segretario
Comunale, al Direttore Generale, se nominato, ed ai Responsabili dei Settori e/o degli uffici in ordine agli indirizzi amministrativi e gestionali, nonché sull'esecuzione degli atti.
4. Il Sindaco esercita le funzioni attribuitegli dalle leggi, dallo Statuto, dai regolamenti e sovrintende all'espletamento delle funzioni statali o regionali attribuite al Comune. Egli ha inoltre competenza e poteri di indirizzo, di vigilanza e controllo sull’attività degli Assessori e delle strutture gestionali ed esecutive.
5. Al Sindaco, oltre alle competenze di legge, sono assegnate dal presente Statuto e dai regolamenti attribuzioni quale Organo di amministrazione, di vigilanza e poteri di autorganizzazione delle competenze connesse all’ufficio.
ART. 23
ATTRIBUZIONI DI AMMINISTRAZIONE
1. Il Sindaco nomina i componenti della Giunta tra cui un Vicesindaco e ha la facoltà di revocare uno o più Assessori, dandone motivata comunicazione al Consiglio. In particolare il Sindaco:
a) dirige e coordina l’attività politica e amministrativa del Comune nonché l’attività della Giunta e dei singoli Assessori;
b) promuove ed assume iniziative per concludere accordi di programma con tutti i soggetti pubblici previsti dalla legge, sentito il Consiglio Comunale;
c) convoca i comizi per i referendum previsti dall’art. 8 del D.Lgs. 267/2000
d) esercita altresì le altre funzioni attribuitegli quale autorità locale nelle materie previste da specifiche disposizioni di legge;
e) emana le ordinanze contingibili e urgenti nei casi di emergenze sanitarie o igiene pubblica a carattere esclusivamente locale, nonché nei casi di emergenza di cui all’art. 50, commi 5-6, del D.Lgs. 267/2000
f) nomina il Segretario Generale, scegliendolo nell’apposito albo;
g) conferisce e revoca al Segretario Generale, se lo ritiene opportuno, le funzioni di Direttore Generale;
h) nomina i responsabili degli uffici e dei servizi, attribuisce gli incarichi dirigenziali e quelli di collaborazione esterna, in base ad esigenze effettive e verificabili;
i) esercita la rappresentanza legale del Comune, anche in giudizio.
2. Il Sindaco può delegare le sue funzioni o parte di esse ai singoli Assessori. Può inoltre attribuire incarichi a collaborare per materie specifiche ai consiglieri comunali. Il provvedimento con il quali il Sindaco conferisce le deleghe e/o attribuisce gli incarichi rispettivamente agli Assessori ed ai Consiglieri, deve essere comunicato al Consiglio nonché pubblicato all’Albo Pretorio.
ART. 24
ATTRIBUZIONI DI VIGILANZA
1. Il Sindaco nell’esercizio delle sue funzioni di vigilanza acquisisce direttamente presso tutti gli uffici e servizi le informazioni e gli atti, anche riservati, e può disporre l’acquisizione di atti, documenti ed informazioni presso le aziende speciali, le istituzioni e le società per azioni partecipate dal Comune.
2. Egli compie gli atti conservativi dei diritti del Comune e promuove, direttamente od avvalendosi del Segretario Generale o del Direttore se nominato, le indagini e le verifiche amministrative sull’intera attività del Comune.
3. Il Sindaco promuove ed assume iniziative atte ad assicurare che uffici, servizi, aziende speciali, istituzioni e società appartenenti al Comune, svolgano le loro attività secondo gli obiettivi indicati dal Consiglio ed in coerenza con gli indirizzi attuativi espressi dalla Giunta.
ART. 25
ATTRIBUZIONI DI ORGANIZZAZIONE
1. Il Sindaco nell’esercizio delle sue funzioni di organizzazione:
2. convoca la prima seduta del Consiglio comunale entro dieci giorni dalla proclamazione degli eletti per una data che è compresa nei dieci giorni successivi alla convocazione;
3. esercita i poteri di polizia nelle adunanze e negli organismi pubblici di partecipazione popolare dal Sindaco presieduti, nei limiti previsti dalle leggi;
4. propone argomenti da trattare in Giunta, ne dispone la convocazione e la presiede;
5. riceve le interrogazioni, le mozioni ed ogni altra istanza di sindacato ispettivo presentata dai consiglieri al protocollo del Comune e ne dispone l’invio al Presidente del Consiglio che procederà nel rispetto delle procedure previste nel regolamento di funzionamento del Consiglio.
ART. 26
VICE SINDACO
1. Il Vice Sindaco nominato tale dal Sindaco è l’Assessore che ha la delega generale per l’esercizio di tutte le funzioni del Sindaco, in caso di assenza od impedimento.

 

La Giunta
 

COMPETENZE
1. La Giunta opera in modo collegiale e nell’esercizio delle attribuzioni di governo e delle funzioni organizzative provvede a:
a) Esaminare, nella sua prima seduta dopo la nomina le condizioni di eleggibilità e compatibilità dei componenti la Giunta che non ricoprono la carica di consigliere;
b) Modificare le tariffe, mentre elabora e propone al Consiglio i criteri per la determinazione di quelle nuove;
c) Approvare l’istituzione e le modalità di gestione dei servizi in via sperimentale, stabilendo nell’atto deliberativo gli obiettivi, i tempi e gli indicatori per poterlo valutare;
d) Nominare i membri delle Commissioni per i concorsi pubblici su proposta del responsabile del servizio interessato;
e) Approvare i regolamenti sull’ordinamento degli uffici e dei servizi nel rispetto dei criteri generali stabiliti dal Consiglio;
f) Disporre l’accettazione od il rifiuto di lasciti e donazioni;
g) Costituire l’ufficio comunale per le elezioni di qualsiasi tipo che si svolgono nel Comune;
h) Esercitare, previa determinazione dei costi ed individuazione dei mezzi, funzioni delegate dalla Provincia, Regione e Stato quando non espressamente attribuite dalla legge e dallo statuto ad altro Organo;
i) Approvare il P.E.G. su proposta del direttore generale;
j) Autorizzare la resistenza in giudizio;
k) Impartisce ai dirigenti, anche tramite i singoli Assessori, le necessarie direttive ai fini dell’espletamento dei compiti loro assegnati nel rispetto degli atti di indirizzo emanati dal Consiglio.


COMPONENTI:

Vicesindaco:  Giovanni Olivo Serafini
 

  • Agricoltura
  • Commercio
  • Patrimonio
  • Demanio

Assessore:  Roberto Rosati
 

  • Turismo
  • Promozione turistica
     
  • Sportello turistico
  • Rapporti con la Commissione turistica dell’autorità portuale
     
  • Spettacolo

Assessore: Enrico Leoni
 

  • Servizi sociali
  • Asilo nido
  • Centro anziani
  • Problematiche cimiteriali e relativa gestione

Assessore: Angelo Centini
 

  • Cultura
  • Unesco
  • Rapporti con l'Università
     
  • Valorizzazione aree archeogiche e beni culturali
     

Assessore: Sandro Celli
 

  • Impianti tecnologici
  • Impianti sportivi
  • Sport
  • Nuova viabilità
  • Trasporti
     

Assessore:  Anselmo Ranucci
 

  • Lavori pubblici

Assessore: Giancarlo Capitani
 

  • Affari istituzionali
  • Contenzioso
  • Usi civici
  • Valorizzazione delle Saline di Tarquinia
  • Pubblica Istruzione
  • Cilo
  • Problematiche giovanili

IL CONSIGLIO COMUNALE

Attribuzioni del Consiglio Comunale art. 42 D.Lgs. n. 267/2000
"1.
Il consiglio è l'organo di indirizzo e di controllo politico - amministrativo.
  2. Il consiglio ha competenza limitatamente ai seguenti atti fondamentali:
 

  1. statuti dell'ente e delle aziende speciali, regolamenti salva l'ipotesi di cui all'articolo 48 comma 3 ,criteri generali in materia di ordinamento degli uffici e dei servizi;
  2. programmi, relazioni previsionali e programmatiche, piani finanziari, programmi triennali e elenco annuale dei lavori pubblici, bilanci annuali e pluriennali e relative variazioni, rendiconto, piani territoriali ed urbanistici, programmi annuali e pluriennali per la loro attuazione, eventuali deroghe ad essi, pareri da rendere per dette materie;
  3. convenzioni tra i comuni e quelle tra i comuni e provincia, costituzione e modificazione di forme associative;
  4. istituzione, compiti e norme sul funzionamento degli organismi di decentramento e di partecipazione;
  5. organizzazione dei pubblici servizi, costituzione di istituzioni e aziende speciali, concessione dei pubblici servizi, partecipazione dell'ente locale a società di capitali, affidamento di attività o servizi mediante convenzione;
  6. istituzione e ordinamento dei tributi, con esclusione della determinazione delle relative aliquote; disciplina generale delle tariffe per la fruizione dei beni e dei servizi;
  7. indirizzi da osservare da parte delle aziende pubbliche e degli enti dipendenti, sovvenzionati o sottoposti a vigilanza;
  8. contrazione dei mutui non previsti espressamente in atti fondamentali del consiglio comunale ed emissione dei prestiti obbligazionari;
  9. spese che impegnino i bilanci per gli esercizi successivi, escluse quelle relative alle locazioni di immobili ed alla somministrazione e fornitura di beni e servizi a carattere continuativo;
  10. acquisti e alienazioni immobiliari, relative permute, appalti e concessioni che non siano previsti espressamente in atti fondamentali del consiglio o che non ne costituiscano mera esecuzione e che, comunque, non rientrino nella ordinaria amministrazione di funzioni e servizi di competenza della giunta, del segretario o di altri funzionari;
  11. definizione degli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del comune presso enti, aziende ed istituzioni, nonché nomina dei rappresentanti del consiglio presso enti, aziende ed istituzioni ad esso espressamente riservata dalla legge.

3. Il consiglio, nei modi disciplinati dallo statuto, partecipa altresì alla definizione, all'adeguamento e alla verifica periodica dell'attuazione delle linee programmatiche da parte del sindaco o del presidente della provincia e dei singoli assessori.
4. Le deliberazioni in ordine agli argomenti di cui al presente articolo non possono essere adottate in via d'urgenza da altri organi del comune o della provincia, salvo quelle attinenti alle variazioni di bilancio adottate dalla giunta da sottoporre a ratifica del consiglio nei sessanta giorni successivi, a pena di decadenza."



Il consiglio comunale, tenuto conto delle dimensioni demografiche di questo Ente, è composto dal sindaco e da venti consiglieri.

Il Consiglio comunale in carica è stato proclamato eletto a seguito delle elezioni amministrative, tenutesi il 27 e 28 maggio 2007 e del successivo turno di ballottaggio.
I venti consiglieri attualmente in carica sono i signori:
 


CONSIGLIERI:
Maggioranza

Alessandro Dinelli
Alberto Blasi
Daniele Scalet
Santino Pelucco
Cesare Gentili
Andrea Brunori
Cesare Selvaggini
Giuseppe Rabuffi
Enrico Claudio Centini
Marco Tosoni
Sabina Angelucci
Pietro Serafini
 


Minoranza

Marcello Maneschi
Vasco G. Palombini
Sergio Benedetti
Cristiano Minniti
Marco Fiaccadori
Sandro Mazzola
Renato Bacciardi
Marco Pacchelli
 


Il Consiglio comunale è presieduto dal Presidente del Consiglio Alessandro Dinelli, nominato con deliberazione di Consiglio n. 4 del 03.01.2008

I gruppi presenti nel Consiglio comunale, alcuni dei quali composti da un solo membro, sono i seguenti:

P.D. I Democratici - Partito Repubblicano Italiano - Gruppo Mazzola Mauro Sindaco – Sinistra Democratica – Socialisti Democratici Italiani – Alleanza Nazionale – Forza Italia – Lista Civica per Tarquinia – Indipendenti per Tarquinia – Libertas UDC – Partito socialista europeo

Il Sindaco con provvedimento prot. n° 17655 del 21 giugno 2008 ha attribuito, nel rispetto di quanto previsto dall’art. 23, c. 2, dello Statuto comunale:
 

  • Al consigliere sig. Alberto BLASI l’incarico a collaborare all’esame e cura della seguente specifica materia “sicurezza”.
  • Al consigliere sig. Daniele SCALET l’incarico a collaborare all’esame e cura della seguente specifica materia : “valorizzazione delle Saline di Tarquinia”.
  • Al consigliere sig. Santino PELUCCO l’incarico a collaborare all’esame e cura delle seguenti specifiche materie “Politiche per la terza età – Protezione civile”.
  • Al consigliere sig. Cesare GENTILI l’incarico a collaborare all’esame e cura delle seguenti specifiche materie “Volontariato – Centro socio riabilitativo – Distretto- problematiche relative all’Handicap”.
  • Al consigliere sig. Andrea BRUNORI l’incarico a collaborare all’esame e cura della seguente specifica materia “spettacoli”.
  • Al consigliere sig. Enrico Claudio CENTINI l’incarico a collaborare all’esame e cura della seguente specifica materia “partecipazione del Comune nella programmazione e pianificazione sanitaria”.
  • Al consigliere sig. Cesare SELVAGGINI l’incarico a collaborare all’esame e cura della seguente specifica materia “Problematiche inerenti i servizi ospedalieri di Tarquinia”.
  • Al consigliere sig. Sabina ANGELUCCI l’incarico a collaborare all’esame e cura delle seguenti specifiche materie “pari opportunità -attuazione politiche per i finanziamenti”.
  • Al consigliere sig. Pietro SERAFINI l’incarico a collaborare all’esame e cura delle seguenti specifiche materie “Gemellaggi- prodotti tipici - realizzazione delle manifestazioni.

DIFENSORE CIVICO

L'ufficio del difensore civico è istituito per rafforzare e completare il sistema di tutela e di garanzia del cittadino nei confronti delle pubbliche amministrazioni e per assicurare e promuovere il pieno rispetto dei principi di imparzialità e buon andamento della pubblica amministrazione.

UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO (URP)

Le competenze dell'Ufficio per le relazioni con il pubblico sono finalizzate a:

- Garantire l’esercizio dei diritti di informazione, di accesso e di partecipazione di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni.
- Agevolare l’utilizzazione dei servizi offerti ai cittadini, anche attraverso l’illustrazione delle disposizioni normative e amministrative, e l’informazione sulle strutture e sui compiti delle amministrazioni medesime;
- Dare informazione all'utenza relativa agli atti amministrativi, sui responsabili, sullo svolgimento e sui tempi di conclusione dei procedimenti e sulle modalità di erogazione del servizio;
- Garantire la reciproca informazione fra l’ufficio per le relazioni con il pubblico e le altre strutture operanti nell’amministrazione, nonché fra gli uffici per le relazioni con il pubblico delle varie amministrazioni;
- Provvedere al ricevimento dei reclami dei cittadini ed all'informazione agli utenti su tutte le attività d'istituto.

La Segreteria del Sindaco

A questo Ufficio sono affidate le attività inerenti la segreteria particolare per quanto attiene l’agenda degli impegni e degli appuntamenti del Sindaco.Svolge attività di supporto tecnico per gli atti sottoposti alla firma del Sindaco.

L’Ufficio provvede all’espletamento delle attività relative alle seguenti competenze:

- segreteria dell'Ufficio del Sindaco;
- segnalazioni agli Uffici Comunali;
- rilascio di autorizzazioni e sussidi gestiti direttamente dal Sindaco;
- verbalizzazioni delle riunioni promosse dal Sindaco;
- stesura di note e documenti per iniziative di impulso del Sindaco;
- ricerca leggi e normativa europea, nazionale e regionale, anche su supporti informatici;
- istruttoria e cura delle pratiche del Sindaco;
- predisposizione di comunicati stampa e di comunicazioni alla cittadinanza;
- gestione dell’auto di rappresentanza e del personale assegnato;
- gestione delle spese di rappresentanza;
- gestione organizzazione manifestazioni di particolare rilievo;
- gemellaggi e scambi con altre città nazionali ed internazionali.

Inoltre l’attività di tale struttura è svolta alle dirette dipendenze del Sindaco, della Giunta o degli Assessori, per l'esercizio delle funzioni di indirizzo e di controllo loro attribuite dalla legge.

Nell’ambito delle iniziative relative allo Sport l’Ufficio provvede all’espletamento delle attività relative alle seguenti competenze:

- organizzazione e/o patrocinio di manifestazioni sportive;
- gestione delle iniziative sportive;
- rapporti con le istituzioni (Enti, Associazioni e Federazioni sportive, CONI  CRAL aziendali ecc.) CRAL aziendali ecc.) ai fini della promulgazione delle attività e discipline sportive e delle manifestazioni sportive a carattere locale, nazionale ed internazionale;
- rapporti con istituzioni scolastiche per l'organizzazione dell'attività sportiva diretta verso le scuole;
- autorizzazioni all’uso di impianti sportivi;
- controllo sulla gestione degli impianti sportivi di proprietà comunale ed elaborazione della disciplina per il relativo utilizzo da parte dei cittadini;
- segnalazioni e richieste agli Uffici Comunali per l’organizzazione e/o assistenza logistica e tecnica delle manifestazioni sportive.

L’Ufficio cura, per quanto di competenza, il procedimento relativo alle gare di affidamento in appalto di servizi e di forniture di materiali;
L’Ufficio provvede alla raccolta e invio dati statistici di competenza al Servizio Statistico Comunale.
L’Ufficio espleta tutte le procedure relative all’accesso alle informazioni, alla visione degli atti e dei documenti amministrativi di competenza dell’ufficio ed al rilascio di copie degli stessi ai richiedenti che ne abbiano diritto. Espleta le procedure conseguenti all’attuazione della legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni.

A questo Ufficio sono affidate le attività inerenti la segreteria particolare per quanto attiene l’agenda degli impegni e degli appuntamenti del Sindaco. Svolge attività di supporto tecnico per gli atti sottoposti alla firma del Sindaco.

L’Ufficio provvede all’espletamento delle attività relative alle seguenti competenze:

- segreteria dell'Ufficio del Sindaco;
- segnalazioni agli Uffici Comunali;
- rilascio di autorizzazioni e sussidi gestiti direttamente dal Sindaco;
- verbalizzazioni delle riunioni promosse dal Sindaco;
- stesura di note e documenti per iniziative di impulso del Sindaco;
- ricerca leggi e normativa europea, nazionale e regionale, anche su supporti informatici;
- istruttoria e cura delle pratiche del Sindaco;
- predisposizione di comunicati stampa e di comunicazioni alla cittadinanza;
- gestione dell’auto di rappresentanza e del personale assegnato;
- gestione delle spese di rappresentanza;
- gestione organizzazione manifestazioni di particolare rilievo;
- gemellaggi e scambi con altre città nazionali ed internazionali.

Inoltre l’attività di tale struttura è svolta alle dirette dipendenze del Sindaco, della Giunta o degli Assessori, per l'esercizio delle funzioni di indirizzo e di controllo loro attribuite dalla legge.

Nell’ambito delle iniziative relative allo Sport l’Ufficio provvede all’espletamento delle attività relative alle seguenti competenze:

- organizzazione e/o patrocinio di manifestazioni sportive;
- gestione delle iniziative sportive;
- rapporti con le istituzioni (Enti, Associazionie Federazioni sportive, CONI.